Kinect per il pc

è passato molto tempo dal lancio di Kinect, e il nuovo controller corporeo di Xbox ha già subito il primo attacco hacker. Nello specifico non si tratta di pirateria, ma della semplice possibilità di utilizzarlo anche con altri sistemi operativi, non solo con la console di Bill Gates.

È risaputo che il mondo degli hacker è avido di novità tecnologiche, e che quando queste si rendono disponibili si apre una sorta di gara tra chi riesce a entrare nei loro segreti per primo. In questo caso, però, è stato il sito Adafruit a indire un vero e proprio concorso con tanto di ricompensa: 3000 dollari in premio alla prima persona che sarebbe stata in grado di hackerare il sistema.

Il vincitore è risultato Hector Martin, che in pochi giorni è riuscito a creare dei driver, disponibili online, per utilizzare il Kinect con un portatile con sistema operativo Linux.

Al momento i driver permetto di utilizzare il nuovo gadget di Microsoft per il motion capture, però Martin è al lavoro per poterlo sfruttare anche per le altre caratteristiche di Kinect, il controllo di movimento e la registrazione vocale.

Da parte sua, la casa di Redmond, ha ammesso di non essere contenta di una simile iniziativa è ha affermato che non verrà supportato in alcun modo l’utilizzo di Kinect al di fuori dello scopo per cui è stato creato, aggiungendo di suggerire agli acquirenti di usrlo solo con Xbox per sfruttarne al meglio le capacità tecniche.

In ogni caso, la possibilità di avere progetti open source per Kinect ha già scatenato un sottobosco di idee e progetti. Esiste un gruppo in Google, composto da più di 500 membri, per scambiare idee e notizie, e da parte di Adafruit la speranza è che Kinect possa trovare applicazioni che esulino il semplice campo video ludico. Per esempio, in quello della robotica.

Prosegue, nel frattempo, l’interesse da parte dell’industria per quello che sembra essere la vera novità tecnologica degli ultimi anni. Un’analisi di UBM Techlnsights ha cercato di fare i conti in tasca a Microsoft per quanto riguarda i costi di produzione di Kinect, giungendo alla conclusione che, in costi vivi, i l nuovo sensore di movimento di Microsoft costerebbe circa 56 dollari (poco più di 41 Euro), dei quali solo 17 (meno di 13 Euro) sono dovuti all’innovativo sistema creato da PrimeSense, la società israeliana che ha creato il processore per l’interfaccia audio e video.

Conoscendo il prezzo attuale di Kinect in Italia, quasi 150 Euro, è facile immaginare che il successo del nuovo sensore di movimento risulterebbe più che una semplice boccata di ossigeno per Microsoft.

Annunci

Informazioni su St0rmBit

just don't ask....

Pubblicato il 25 gennaio 2011 su Hacking, Linux. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: